*
BOVOLENTA (PD) Tel. 049 9545131 / MESTRE (VE) Tel. 041 5380880 / PADOVA Tel. 049 8804078 / MONSELICE (PD) Tel. 0429 700091 / SOTTOMARINA (VE) Tel. 041 5544458 / ROVIGO Tel. 0425 424563 / VICENZA Tel. 0444 927054 / MONTECCHIO M. (VI) Tel. 0444 602049 / ADRIA (RO) Cell. 335 7390255 / ENEGO (VI) Cell. 348 2387296 / THIENE (VI) Tel. 0445 370574 / PORTO VIRO (RO) Cell. 335 7279736 Cell. 335 7390255
testata-il-tuo-udito

mezzo-spazio

Le cause di una perdita uditiva

L’efficienza del sistema uditivo con l’età, oppure a causa di traumi, esposizioni costanti a forti rumori, condizioni genetiche o ereditarie, può perdere gradatamente la sua efficienza sino a trasformarsi in ipoacusia.

Età

La perdita uditiva è una conseguenza naturale dell’invecchiamento. Tra i 30 e i 40 anni, le cellule ciliate dell’orecchio interno cominciano a morire. Tra i 60 e i 65 anni, all’incirca il 30% della popolazione ha una perdita uditiva abbastanza importante da influenzare la capacità di sentire i suoni della vita di tutti i giorni, quali il parlato. La perdita uditiva spazia dalle difficoltà a sentire i suoni bassi, a comprendere il parlato o alla sordità totale. Per circa una persona su dieci, la perdita uditiva raggiunge un punto tale da rendere necessario il ricorso agli apparecchi acustici.

Esposizione al rumore

L’esposizione ad un rumore in grado di compromettere l’udito, può avvenire tanto a casa quanto sul luogo di lavoro. Alcune occupazioni, ad esempio i lavoratori industriali, musicisti, vigili del fuoco, agenti di polizia, agricoltori e costruttori, richiedono di trascorrere buona parte della giornata lavorativa esposti ad alti livelli di rumore prolungato. Tutti noi, nella nostra quotidianità siamo esposti a rumori domestici a causa dell’uso di asciugacapelli, aspirapolvere, lettori MP3, altoparlanti, soffiatori per foglie, tosaerba, ecc. 

Altre cause

Malattie, infezioni dell’orecchio, alcune medicazioni, cause genetiche o danni fisici possono essere fattori critici per le perdite uditive.

mezzo-spazio

Tipi e gravità di perdita uditiva

Tre sono i tipi di ipoacusia individuati dalla medicina: conduttiva o trasmissiva, neurosensoriale e mista e ognuna di esse colpisce una parte diversa dell’orecchio. È importante che vi affidiate a professionisti qualificati per avere una diagnosi precisa del tipo e del grado della vostra perdita uditiva.

Perdita uditiva conduttiva o trasmissiva

La perdita uditiva conduttiva o trasmissiva si verifica quando le onde del suono sono bloccate nell’orecchio esterno o medio e non riescono a raggiungere l’orecchio interno, dove l’udito è ancora normale. Le cause di una perdita uditiva conduttiva o trasmissiva si possono ricondurre ad un’infezione dell’orecchio medio (Otite Media), accumulo di calcio attorno all’osso dell’orecchio medio (Otosclerosi), accumulo di cerume o fluido dovuto a raffreddori. Se non trattata, la perdita uditiva conduttiva o trasmissiva può portare a disabilità permanente. Questa perdita di udito può essere trattata in ambito medico o chirurgico o compensata tramite l’impiego di apparecchi acustici.

Perdita uditiva neurosensoriale

La perdita uditiva neurosensoriale, costituisce il 90% delle difficoltà uditive negli adulti. La perdita uditiva neurosensoriale si verifica quando le cellule ciliate all’interno della coclea (orecchio interno), vengono danneggiate e il suono non riesce a raggiungere il cervello dove esso viene elaborato. Tra le cause troviamo l’avanzamento dell’età, ripetuta esposizione a rumore eccessivo senza l’ausilio degli otoprotettori adeguati, malattie quali orecchioni, meningite, sclerosi multipla o sindrome di Ménière, medicinali (es: cisplatino, chinino o alcuni antibiotici) o rosolia (morbillo tedesco) contratta in gravidanza. La perdita uditiva neurosensoriale è permanente. Gli apparecchi acustici possono aiutare nella maggior parte dei casi.

Perdita uditiva mista

La perdita uditiva mista è il risultato della combinazione tra la perdita uditiva conduttiva e quella neurosensoriale. La perdita uditiva può essere trattata farmacologicamente o chirurgicamente; la perdita uditiva è permanente, ma può trarre vantaggio dall’uso degli apparecchi acustici.

La sordità si differenzia in base alla gravità.

Quando il grado di perdita è lieve (20-40 db) non viene percepita la sola voce bisbigliata; se è moderato (40-60 db) la voce emessa a livello di normale conversazione non viene udita perfettamente: a intensità superiore la persona percepisce i suoni, ma ha una certa difficoltà a discriminare le parole.

capacita-uditive-autotest-692x1134

Apparecchi acustici

Prova gratuita

Il nostro centro audioprotesico propone un CONTROLLO GRATUITO e garantisce assistenza tecnica continua e professionale anche a domicilio. Fornisce apparecchi acustici tramite ASL e INAIL per aventi diritto. Assicura un servizio di efficienza, pulizia e manutenzione sugli apparecchi acustici.